Quello che andrà in scena questo week end e il prossimo è un evento che abbiamo fortemente voluto sin dal primo momento in cui avevamo deciso di fare un’iniziativa benefica che coinvolgesse il basket. Circa quaranta giorni fa, Mario Castelli, che oltre ad essere un gran telecronista collabora con lagiornatatipo.it scrivendo ottimi articoli, mi ha mandato il video del Teddy Bear Toss che da qualche anno fanno nei campionati minori americani di Hockey, dicendomi “Ma perché non ripetiamo questa figata in Italia?”. Nel giro di 10 minuti avevo già contattato tutte le società di A1, A2 Gold e A2 Silver, Leghe e Federazione facendo partire la macchina organizzativa.

Senza starvi a ripetere come sono andate le cose tra ritardi, difficoltà burocratiche che abbiamo incontrato ma anche e soprattutto la splendida risposta ricevuta da società, giocatori e tifosi, oggi abbiamo ricevuto l’ufficialità che oltre all’A2 gold e silver (un grazie immenso alla Lnp che sta coinvolgendo in queste ore anche la Serie B), anche la Serie A ha potuto aderire grazie al benestare arrivato poche ore fa da parte della Legabasket.

Veniamo ora alle istruzioni da seguire per poter partecipare al meglio a questo evento benefico:

  • Per prima cosa consulta il sito internet e i profili social per sapere se la tua squadra ha aderito e in quale giornata

 

  • metti a soqquadro tutta la casa e cerca un pupazzo di pelouche. Se non lo trovi corri a comprarlo

 

  • il pelouche dev’essere completamente morbido senza nessuna parte dura e in plastica

 

  • una volta che sei entrato al palazzetto, attendi il primo canestro dell’incontro prima di lanciare il pelouche in campo

 

  • canestro da 2 o da 3 punti

 

  • se il primo punto avviene da tiro libero non tirate i pelouche, attendete il primo canestro dal campo

 

  • appena viene realizzato il primo canestro (dalla squadra di casa o dalla squadra ospite), lancia il pelouche in campo con tutta la forza che hai

 

  • da alcuni settori dei palazzetti è molto difficile raggiungere il campo, lancia comunque il pelouche, saranno quelli delle prime file a raccoglierlo e a tirarlo in campo (per questo è importante che il pelouche sia completamente morbido)

 

  • E’ un’iniziativa dedicata ai bambini e ci piacerebbe che bambini più fortunati ne fossero protagonisti: considerando che soprattutto negli impianti più grandi non riuscirebbero mai a raggiungere il parquet con il lancio, non sarebbe male poterli avvicinare il più possibile al campo da gioco prima del lancio

 

  • alcune persone raccoglieranno tutti i pelouche tirati in campo, dopodiché la partita potrà riprendere

 

  • se non lo hai ancora fatto, collegati al sito www.peterpanonlus.it e fai una donazione. Questa associazione ha sposato subito la causa e da diverso tempo aiuta i bambini malati di cancro e le loro famiglie

 

  • riassumendo questo è quello che deve succedere

 

 

Il basket è uno sport meraviglioso e può regalare emozioni altrettanto meravigliose. Per una volta il gesto più bello può anche non essere un tiro sulla sirena o una grande schiacciata, ma un piccolo sforzo di ognuno di noi che stiamo sugli spalti. Uniamoci tutti quanti e regaliamo un Natale migliore a dei bambini che se lo meritano. Il basket può anche questo.